Infoagevolazioni

AGENDA

Agosto 2016
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
01
02
03
04
05
06
07
08
09
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
Bandi e Agevolazioni - Infoagevolazioni

Bandi e Agevolazioni

Le imprese che assumono a tempo indeterminato un disoccupato residente in uno dei comuni del territorio delle province di Frosinone e di Rieti potranno beneficiare di un bonus massimo di 8mila euro. Finanziata con 4 milioni di euro, l’iniziativa della Regione Lazio è rivolta ai datori di lavoro che abbiano stipulato contratti di lavoro a tempo indeterminato dal 15 giugno 2016 al 15 giugno 2017. Le domande di erogazione del contributo dovranno essere presentate a partire dalle ore 9 del 20 settembre 2016.

E’ attivo il bando Isi-Agricoltura 2016con il quale vengono stanziati 45 milioni di euro per il miglioramento della sicurezza nelle micro e piccole imprese agricole. Il finanziamento è destinato agli investimenti per l'acquisto o il noleggio di macchine e trattori caratterizzati da soluzioni innovative per l'abbattimento delle emissioni inquinanti, la riduzione del rischio rumore e il miglioramento del rendimento e della sostenibilità globali delle aziende.

Il Ministero dello sviluppo economico ha comunicato le modalità per l’invio delle comunicazioni delle piccole e medie imprese che hanno effettuato, prima del 26 giugno 2012, investimenti ambientali ammissibili al sistema di detassazione previsto dalla c.d. legge “Tremonri-Ambiente”. Le comunicazioni devono essere inoltrate esclusivamente in forma telematica attraverso la pagina web messa a disposizione delle imprese da parte del Ministero.

Il bando finanzia progetti finalizzati alla promozione del turismo religioso in Lombardia, predisposti da partenariati di enti non-profit e da micro, piccole e medie imprese dei settori turistico e commerciale. Le proposte progettuali preliminari devono essere presentate in forma telematica dal 24 maggio fino al 27 giugno 2016. L'iniziativa è promossa dalla Regione Lombardia e da Unioncamere Lombardia nell'ambito dell'Accordo di Programma.

È on line la circolare che fornisce le istruzioni sul credito d’imposta per la ricerca e lo sviluppo, alla luce delle novità introdotte dalla legge di Stabilità 2015. Possono usufruirne tutte le imprese che effettuano investimenti in attività di ricerca e sviluppo, senza limiti di fatturato e indipendentemente dalla forma giuridica, dal settore economico in cui operano e dal regime contabile. L’incentivo è concesso in via automatica.

Si tratta di un intervento finanziario che può contare su 100 milioni di euro messi a disposizione da Finlombarda (mediante provvista BEI) e dagli intermediari finanziari aderenti per la concessione di finanziamenti a medio lungo termine e su 10 milioni di euro a valere sull’Asse 1 del Por Fesr 2014-2020. A “Linea Innovazione” possono aderire le piccole e medie imprese e le grandi imprese con un organico inferiore a 3000 dipendenti. La linea sarà attivata attraverso l’approvazione e la pubblicazione di un apposito bando.

Al via nuove norme in materia di agevolazioni per le piccole e medie imprese. Sarà infatti pubblicato nei prossimi giorni sulla Gazzetta Ufficiale, probabilmente il 10 marzo, il decreto del Ministro dello sviluppo economico del 25 gennaio 2016, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, con il quale viene data attuazione alle modifiche apportate alla “Nuova Sabatini” dal decreto-legge varato dal Governo l’anno scorso.

Grazie all’intervento congiunto del FEI (Fondo europeo per gli investimenti), del Fondo di garanzia per le Pmi e del FEIS (Fondo europeo per gli investimenti strategici previsto dal Piano Juncker), saranno attivati nei prossimi 12 mesi finanziamenti per un miliardo di euro a favore di 20.000 piccole e medie imprese italiane. I finanziamenti saranno assistiti dalla garanzia dei confidi che, a loro volta, saranno controgarantiti dal Fondo per le Pmi.

Mutui a tasso zero, credito per favorire l'imprenditoria giovanile, fondi per supportare la nascita e lo sviluppo di start up agri-food, credito di imposta per il commercio elettronico di prodotti agroalimentari. Sono queste le misure del pacchetto “Generazione Campolibero” che mette in campo 160 milioni di euro con l'obiettivo di favorire il ricambio generazionale in agricoltura e creare nuovi sbocchi occupazionali.

Già emanate le norme regolamentari che prevedono l’erogazione, da parte di Ismea (Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare), di un premio di insediamento in agricoltura a favore di giovani imprenditori titolari di piccole e micro imprese agricole. Il premio sarà concesso per un importo massimo di 70.000 euro, come contributo per l’abbattimento delle rate di operazioni di leasing destinate ad investimenti aziendali.

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per assicurarti la migliore esperienza utente.

Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie.